Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, seleziona il pulsante 'Informativa'.  Per proseguire con la navigazione del sito, è necessario acconsentire all'utilizzo dei cookie selezionando il pulsante "Accetta".


Innovazione a 360° per vincere la competizione

top logoInnovazione orientata a tutti i processi aziendali, alle idee, alla componentistica, alle soluzioni e, non ultimo, al modello di business: questa è la sintesi del modello messo in pratica da Automac, azienda bergamasca che opera con crescente successo nel mercato delle soluzioni di assemblaggio, un settore che vede diverse aziende italiane eccellere e operare con successo anche in contesti internazionali.

 In un mercato sempre più competitivo come quello dell'automazione industriale operano realtà che hanno fatto della qualità e dell'affidabilità nel tempo, la propria regola di vita dell'azienda. Una scelta importante che ha visto, in molti casi, l'impegno diretto degli imprenditori poiché implica la messa in opera di un modello di business in cui il miglioramento continuo viene applicato in tutti i settori con l'intento di sviluppare il valore percepito dal mercato e, quindi, la capacità di mantenere i clienti, nonché di acquisirne di nuovi.
Automac COP Perico"Pur consapevoli delle difficoltà, questa è proprio la strada che ha intrapreso Automac - spiega Franco Perico, motore e co-fondatore dell'azienda - poiché abbiamo messo da subito al centro del nostro modus operandi la qualità e l'innovazione".
Un rapido sguardo alla storia dell'azienda conferma la progressione ottenuta dal 1993, anno in cui Automac è stata fondata da tre soci accomunati da una notevole esperienza nell'automazione industriale e con l'obiettivo di diventare una realtà di riferimento per le soluzioni rivolte ai sistemi di assemblaggio.
Gli impianti realizzati da Automac vengono utilizzati con grande soddisfazione in diversi settori industriali, si spazia dal settore automazione, ai mobili, al settore elettromeccanico in genere.
"Per noi è molto importante la relazione con i clienti - afferma con convinzione Franco Perico - per cui non ci fermiamo mai alla fase di realizzazione dell'impianto ma ne seguiamo direttamente la messa a regime e siamo pronti ad intervenire in tempi brevissimi ogni qualvolta ci venga posto un problema sull'impianto e/o sempre più spesso su di un suo ampliamento".
La buona relazione è uno dei 'leitmotiv' del successo di Automac, un fattore che viene considerato dall'azienda alla stregua di un asset aziendale.
"Crediamo nelle relazioni industriali a tutti i livelli – conferma Perico – da un lato abbiamo pensato di rinforzare la nostra capacità di competere entrando a fare parte del gruppo Cosberg con Cosvic, legato da competenze e capacità operative singole, dall'altro siamo soci AIdAM, Associazione Italiana di Automazione Meccatronica (www.aidam.it) perché crediamo fortemente che le associazioni possano essere una risposta all'attuale situazione di mercato e ci consentano di far sentire la nostra voce nelle sedi in cui vengono dibattute le misure e le iniziative rivolte al mondo industriale".
IMG 0132 smImportanti e intelligenti le scelte effettuate da Automac. Il gruppo Cosberg, creato come aggregazione tra ragioni sociali diverse e distinte, ha come obiettivo di operare con la flessibilità del piccolo ma, nel contempo, di poter operare come un'azienda di più grandi dimensioni, infatti le sinergie in atto sono molteplici ed in diversi settori: negli acquisti, con forte risparmio sui volumi della componentistica; nella progettazione, laddove si utilizza la stessa soluzione software e quindi si facilita l'interscambio di librerie di componenti; nello sviluppo commerciale, come gruppo le aziende possono affrontare molte più problematiche grazie all'esperienza eterogenea acquisita dai diversi settori tecnici; nella finanza, la presenza di un gruppo di aziende consente sia un rapporto migliore con le banche, sia una garanzia maggiore per il committente.
"Un'esperienza estremamente positiva – sottolinea Perico – che mi sento di suggerire anche ad altre aziende che da un lato sono piccole e capaci, dall'altro intendono affrontare il mercato senza perdere opportunità legate alla loro dimensione intrinseca".
Sempre di più si parla di innovazione, e sembra che questo 'vento di competizione' debba interessare solo i prodotti ed al massimo i processi che sovraintendono alla loro realizzazione e ci si dimentica che, in realtà, deve interessare dapprima la cultura ed il management aziendale, indipendentemente dalla dimensione dell'azienda e dal settore in cui opera.
"In questo senso – evidenzia Perico – possiamo considerarci come una realtà che ha applicato il concetto di innovazione a 360 gradi. Ovviamente un forte impulso è stato dato al settore tecnico, che rappresentando uno dei più importanti asset dell'azienda, viene dotato di tutti gli strumenti più innovativi per consentire uno sviluppo efficace della progettazione. L'obiettivo è di progettare – in un'unica passata – ciò che verrà poi realizzato, in maniera tale da raggiungere tre obiettivi: la qualità della soluzione, il rispetto dei tempi e costi, e non ultimo, la generazione di valore in grado di mantenere elevato il livello di soddisfazione dei nostri clienti che ad oggi rappresentano per noi l'unico veicolo di marketing che ci fa conoscere anche in altre realtà".
IMG 0137 smUno dei fiori all'occhiello dell'attività di Automac è, senza dubbio, la relazione e la collaborazione sviluppata con il gruppo Brembo, in merito a soluzioni automatiche dedicate all'assemblaggio di sistemi frenanti. Un percorso che ha consentito ad Automac di specializzarsi sulla fascia alta della produzione Brembo, ossia sui sistemi frenanti che vanno montati su autovetture ad altissime prestazioni che interessano grandi marchi quali: Ferrari, Porsche, Mercedes etc, per i quali Automac ha dovuto sviluppare specifiche soluzioni di assemblaggio automatico dedicate ad ogni singolo sistema frenante. Un'attività di personalizzazione spinta che ha visto l'impegno e la soddisfazione di tutta la compagine aziendale.
Ancora una volta, nella scelta del fornitore vanno sì tenuti di conto i fattori economici, ma questi vanno anche traguardati con il valore della struttura e la capacità di essere un vero partner nel tempo.

LegetøjBabytilbehørLegetøj og Børnetøj